Regole di sicurezza durante la saldatura

I rinomati produttori di apparecchiature occupate esistono in condizioni potenzialmente difficili - in particolare quelli a rischio di esplosione li portano finalmente con la certificazione ATEX. Questo termine rende gli acquirenti di tali apparecchiature disponibili sicuri che i risultati siano anche estetici e salutari.

Regolamenti ATEXLa ricezione di un'offerta per attingere a un certificato ATEX è specificata nella Direttiva Europea 94/9 / CE. Ad aprile 2016 e sarà sostituito da nuove informazioni 2014/34 / UE.Tutte le normative ATEX applicabili si applicano ai problemi relativi alle apparecchiature elettriche e meccaniche. Funzionano bene anche i sistemi di controllo e installazione navali, fuori terra e di superficie.I certificati ATEX sono chiamati apparecchiature utilizzate per lo stoccaggio, il trasferimento, la creazione e la protezione dell'energia. Le macchine e gli accessori sono sia mobili che continui. I dispositivi utilizzati nelle vendite europee e in grado di essere certificati ATEX danno certezza - sia agli operatori che ai proprietari dell'azienda, che sono belli e pratici per l'uso.

Gruppi di apparecchiatureQuesta importante e altra importante direttiva sulla manutenzione definisce due gruppi di apparecchiature. La prima parte sono i mobili utilizzati nelle miniere. La seconda categoria è tutte le altre attrezzature che si svolgono in condizioni potenzialmente avverse.Sistemi di depolverazione in atex - sistema di raccolta polvereTutti i tipi di impianti utilizzati dai produttori di prodotti in legno e vernice dovrebbero consumarsi in sistemi di depolverazione in atex, vale a dire un buon sistema di rimozione della polvere con la direttiva atex. Le grandi aziende si arrendono per ragioni di sicurezza, ma anche per il prestigio che conferisce tale certificato. Tale apparecchiatura garantisce che le miscele esplosive non saranno pericolose per la vita. I parchi macchine e la certificazione ATEX sono economici e creano a lungo termine.Queste macchine riducono significativamente il rischio di esplosioni negli impianti di depolverazione, in cui le reazioni e le azioni sono senza dubbio: scintille, energia acustica o sovratensioni elettriche. Riducono ovviamente il rischio di scariche elettrostatiche quando l'apparecchiatura si surriscalda.