Sulle tracce dei resti dell ingegneria mulino a duszniki

Duszniki Zdrój, etichettato come uno dei resort più onesti della regione di Minsk Silesia, può essere confermato da una metodologia estremamente reliquia. Prima c'era una cartiera, risalente al 17 ° secolo. Il mulino in questione seduce i suoi legami con una storia circostanziale, ma anche con un'esposizione originale che può essere vista nel suo nucleo. Chi, al momento della visita della città nella Bassa Slesia, visita la struttura attuale, questa sarà in grado di visitare un bel museo nativo di fabbricazione della carta. Ricco ricordo di questo tempo, se la cartiera di Duszniki era l'unica delle più aggiornate nella regione della Bassa Slesia e la stampa fornita in essa godeva di successo non solo in questa zona del bordo. La cambiale era stata creata così negli anni '30 del secolo scorso e il mulino non era privo del vantaggio della proprietà. Inoltre, prima di influenzare II delle polemiche generali, sono stati fatti sforzi per trasformare questo anacronismo in un panottico ingegneristico. Un'industria della carta senza precedenti Panopticum si è distinta inevitabilmente, uscendo troppo sola tra le esche turistiche più importanti della Bassa Slesia. I nuovi arrivi sono ritardati da molti oggetti rispettabili, mobili destinati alla fase di raggiungimento della ghiaia, anche una notevole raccolta di frammenti su cui sono stati messi in scena datori di lavoro secolari della cartiera di Duszniki. La luna piena gira il mammut bussa e il pubblico nell'attuale scopo rimarrà a lungo nella gloria di tutto l'arrivo, poi è arrivato.